PNEUMATICI

 

SEZIONE PNEUMATICI

 

1 : Senso di rotazione obbligato, negli pneumatici con intagli asimmetrici che prevengono l´aquaplaning solo se ruotano nella direzione corretta; questo implica che uno pneumatico, montato su cerchione, non può essere impiegato su un lato diverso

2 : TWI: in corrispondenza dell´indicatore di usura, un tassello che compare all´interno di una scanalatura principale del battistrada per indicare che si è raggiunto lo spessore minimo di legge di 1,6 mm

3 : Larghezza della sezione (in mm) e altezza della sezione, come percentuale rispetto alla larghezza della sezione (in questo caso, l´altezza della sezione è il 70% della larghezza, cioè circa 130 mm)

4 : R = Pneumatico a struttura radiale; se utilizzabile a velocità superiore a 240 km/h, il simbolo è ZR

5 : "Tubeless": può essere utilizzato senza camera d´aria

6 : Settimana (prime due cifre) e anno (ultima cifra o ultime due cifre) di costruzione

7 : M+S (o anche M/S, M&S, M.S): indica uno pneumatico "per uso invernale", cioè particolarmente adatto per pioggia, neve sciolta e fango e basse temperature;

8 : "Reinforced": presente quando il pneumatico, nel tipo per veicoli merci leggeri, ha una struttura rinforzata rispetto al tipo per autovetture

9 : Simbolo indicante che il pneumatico è di tipo "run flat", in grado cioè di funzionare anche sgonfio ad una velocità di almeno 80 km/h per una distanza di 80 km; in questo caso è presente anche la lettera F prima dell'elemento 11 (diametro del cerchione)

10 : Marchio di omologazione, secondo Regolamento ECE-ONU (tipo a) oppure secondo la Direttiva 92/23 (tipo b); il numero dentro la cornice indica il Paese di omologazione, i numeri dalla terza cifra in poi fuori della cornice indicano il numero di omologazione

11 : Diametro del cerchione, in pollici

12 : "Indice di carico", un numero in codice che, secondo una tabella, indica il carico massimo ammesso sulla ruota

13 : "Categoria di velocità", un codice alfabetico che, secondo una tabella, indica la velocità massima alla quale può essere usato il pneumatico; nelle prove di omologazione, questa velocità viene mantenuta per 20 minuti e alla fine di essa lo pneumatico non deve presentare danni.

Caratteristiche:

 

Profondita' degli intagli del battistrada :

 

Per legge, deve essere di almeno 1.6 millimitri su tutta la superficie del battistrada.Maquesto e' un " valore limite ", che non assicura le migliori prestazioni soprattutto su terreno bagnato.

Regolamenti per i pneumatici M+S :

Facciamo chiarezza su un'aspetto molto importante riguardante il periodo in cui possono essere  utilizzati i pneumatici M+S.

La normativa italiana obbliga chi circola sulle strade , ad essere dotato di strumenti anti sdrucciolo, quali appunto i pneumatici invernali,pneumatici 4 stagioni omologati o catene da neve, di norma, dal 15 Ottobre al 15 Aprile.

 

Ma è possibile circolare anche in altri periodi dell'anno con i pneumatici invernali?

 

Come premessa è giusto partire dalla questione sul “Codice di velocità” dei pneumatici, che dovrebbe essere pari o superiore a quello indicato sul libretto di circolazione.
La legge consente il montaggio di pneumatici invernali, cioè con marcatura “m+s”, che abbiano codice di velocità inferiore a quello indicato purché:
- L’indice di velocità non sia mai inferiore a "Q"
- All'interno dell'abitacolo, in posizione ben visibile dal guidatore, sia presente un contrassegno che indichi chiaramente il limite massimo di velocità dei pneumatici montati
- I pneumatici invernali con codice di velocità inferiore siano utilizzati solo nel periodo invernale, cioè dal 15 novembre al 15 aprile.


Riguardo alla scadenza va detto che esiste una proroga, un mese di tolleranza:

 

- Un mese di tempo, dal 15 ottobre al 15 novembre, per montare i pneumatici invernali;
- Un mese di tempo, dal 15 aprile al 15 maggio, per toglierli e montare gli estivi;

 

Ma cosa accade quindi se si circola dopo il 15 maggio con i pneumatici invernali

 

La circolare del ministero dice:

L'uso dei pneumatici invernali e' consentito per tutto l'anno solo e soltanto se i codici di velocita del pneumatico, sono uguali o superiori a quelli trascritti sulla carta di circolazione ( Libretto )

Per questo motivo si deduce che :

- La sostituzione è OBBLIGATORIA per chi monta pneumatici invernali con codice di velocità inferiore a quello previsto sul libretto di circolazione 

- La sostituzione e' FACOLTATIVA  per chi monta pneumatici invernali con codice di velocita' pari o superiore a quello previsto sul libretto di circolazione .

 

Perche' se in alcune condizioni e' consentito, ci sentiamo di sconsigliare l'uso di pneumatici invernali durante le stagioni calde ?

 

Sfatiamo il luogo comune che le gomme termiche in estate si "sciolgono". Di sicuro la mescola ricca di silice non va d'accordo con il caldo e le temperature elevate dell'asfalto, le conseguenze possono essere scarsa durata del pneumatico e la stabilità del veicolo ridotta. Sconsigliamo pertanto l'utilizzo di questi pneumatici in estate mentre consigliamo, a chi vive in zone dove difficilmente si potrebbero avere problemi di strade innevate, di optare per Pneumatici 4 Stagioni. 

 

Sanzioni:

Chi non rispetta le scadenze del 15 Aprile ( con comporto 15 Maggio ) e 15 Ottobre ( con comporto 15 Novembre ), il rischio e' di andare incontro ad una multa a partire da 419 euro, il ritiro sella carta di circolazione e l'obbligo del collaudo presso la Motorizzazione .

 

 

 

 

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

15-10-2018